Termini e condizioni

Termini e Condizioni Generali di Servizio

 

LOCKER INPOST ITALIA S.R.L. con unico socio – Sede Legale e Direzione Generale: Via Lepetit, 8/10 Milano (MI) 20124 – lockerinpostitaliasrl@legalmail.it

Registro Imprese di Milano e C.F. n. 08568700960 – P. IVA n. 08568700960 – REA n. MI-2037066

 

 

1 – PREMESSE

1.1. Le presenti Condizioni Generali di Servizio (di seguito denominate anche “CGS”) si applicano ai servizi di Locker InPost Italia S.r.l.  (di seguito denominata “INPOST”), anche se acquistati on-line.

Locker Inpost Italia S.r.l., gestisce esclusivamente la logistica, in proprie strutture denominate “lockers”, mentre il servizio di presa, trasporto e consegna dei colli, verrà effettuato da terze parti, in tal senso Locker Inpost Italia S.r.l. non è da considerarsi come operatore postale o come corriere e, pertanto, alla stessa non è applicabile la normativa di settore, neanche dal punto di vista delle autorizzazioni.

Le tipologie di servizi fornite possono essere sintetizzate ddalla seguente casistica:

  • Address to Locker (una spedizione viene prelevata presso un centro distributivo o presso un’abitazione da un vettore terzo e viene consegnata in un Locker)

 

Per l’accessibilità a taluni servizi è prevista la sottoscrizione di un abbonamento e l’attivazione di “Soluzioni Tecnologiche” fornite da INPOST, nonché di collegamento alla rete internet.

Con l’utilizzo del servizio fornito da INPOST, il Cliente (di seguito denominato anche “Mittente”) accetta integralmente, a tutti gli effetti, anche per conto del destinatario e di qualsiasi altro soggetto che abbia un interesse nella esecuzione del servizio, le presenti CGS ed ogni ulteriore documento e/o allegato cui le stesse facciano rimando.

INPOST, discrezionalmente, potrà apportare variazioni alle presenti CGS, dandone pubblicità nelle forme previste dalla legge, ivi compresa la pubblicazione e l’aggiornamento sul sito aziendale.

Qualsiasi dichiarazione in deroga alle presenti condizioni, resa da dipendenti di INPOST, da addetti, da collaboratori o da terzi in genere, non avrà alcun valore giuridico vincolante. Qualsiasi patto integrativo e/o modificativo delle presenti condizioni, se non espressamente approvato per iscritto da soggetto munito di idonei poteri, si considererà come non apposto.

1.2. Per l’esecuzione dei servizi di cui alle presenti condizioni, il Cliente autorizza INPOST ad avvalersi discrezionalmente, in qualsiasi fase e per qualsiasi attività, della organizzazione di società del gruppo e/o delle prestazioni di soggetti terzi.

1.3. Le premesse, gli allegati e i documenti qui citati costituiscono parte integrante e sostanziale delle presenti CGS che annullano e sostituiscono, integralmente, le CGS riportate nella versione precedente.

1.4. I marchi, loghi, nomi di dominio, nonché, in generale, qualsiasi segno distintivo utilizzato per contraddistinguere INPOST ed i relativi servizi, sono protetti dalla vigente normativa applicabile in materia; pertanto, né è vietata la riproduzione sotto qualsiasi forma, senza espressa autorizzazione scritta.

La descrizione dei servizi forniti da INPOST è riportata anche sul sito www.inpost24.it in conformità a quanto previsto dal D.lgs 261/1999 e s.m.i. nonché alla Delibera 413/14/CONS e s.m.i. della Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM).

 

2 – LETTERA DI VETTURA

2.1. Il Cliente, in assenza di diverse pattuizioni scritte, si obbliga a consegnare la singola spedizione, unitamente alla relativa lettera di vettura compilata e sottoscritta, ove presente, anche per accettazione delle presenti CGS e di ogni ulteriore documento cui si faccia espresso rimando o, comunque, a compilare il documento di carico rilasciato dal vettore, che verrà messo a disposizione dello stesso.

Quando utilizzi i Servizi Locker o ci invii e-mail, messaggi di testo (SMS) e altre comunicazioni dal tuo computer o dal tuo dispositivo mobile, comunichi con noi in forma elettronica. Potremo comunicare con te in vari modi, ad esempio tramite e-mail, messaggi di testo (SMS), notifiche in-app, o pubblicando messaggi e comunicazioni sul sito o tramite altri Servizi Locker, come il nostro Centro comunicazioni. Fatte salve le specifiche disposizioni di legge di carattere imperativo, per le finalità del presente contratto, accetti che tutti i contratti, le notifiche, le informative e le altre comunicazioni che ti forniamo in forma elettronica soddisfino il requisito della forma scritta, quando previsto dalla legge

Con riferimento alla singola spedizione, nella ipotesi di discordanza tra le indicazioni apposte sulla modulistica relativa al servizio, prevarranno le indicazioni riportate sulla lettera di vettura.

 

2.2. La lettera di vettura deve essere compilata in ogni parte, compresa la sezione riguardante le modalità di pagamento, in modo chiaro e leggibile e deve essere sottoscritta dal Mittente. In particolare, la lettera di vettura deve prevedere le esatte e complete indicazioni di mittente e destinatario, comprensive di codice di avviamento postale (cap), del numero telefonico di entrambi i soggetti, di fax, di indirizzo di posta elettronica e di posta elettronica certificata, ove presenti.

INPOST non assume alcuna responsabilità per l’ipotesi di danni derivanti da indicazioni riportate in modo errato, incompleto o illeggibile, anche se non rilevate al momento dell’accettazione della spedizione da parte dei propri incaricati.

2.3. INPOST, trascorsi due anni, potrà distruggere le prove di consegna della spedizione stessa. Di tale circostanza, il Cliente si obbliga ad informare preventivamente il destinatario e qualsiasi altro soggetto che possa avere un interesse nella spedizione.

Il Cliente prende atto ed accetta che la ricevuta della spedizione possa essere acquisita e prodotta da INPOST anche in formato digitale.

 

3 – FACOLTA’ DI RECESSO

3.1. INPOST potrà recedere, in qualsiasi momento, dall’incarico già concluso, nella ipotesi in cui si avveda che la spedizione accettata: a) non sia completa delle indicazioni richieste, dell’etichettatura dell’imballaggio, dei documenti previsti da leggi, regolamenti, disposizioni amministrative e convenzioni, anche internazionali, pro-tempore in vigore; b) per le caratteristiche del contenuto non consenta un normale svolgimento dell’incarico; c) possa arrecare pregiudizio a persone, animali o cose; d) sia soggetta a rapido deterioramento o decomposizione.

In tali casi, INPOST si riserva la facoltà di restituire la singola spedizione al Mittente e, nella ipotesi di pericolo imminente o deperimento, si riserva la facoltà di procedere alla sua distruzione. Il Mittente risponderà per le conseguenze dannose e per le spese che, in ipotesi, a qualsiasi titolo, possano derivarne.

3.2. Le Parti potranno comunque recedere dal contratto, mediante raccomandata a/r o, in alternativa, a mezzo PEC, da inviarsi con preavviso di almeno giorni 30 (trenta), fatto salvo quanto diversamente previsto dal modulo vendita e/o da ulteriori condizioni particolari applicabili al singolo servizio. Il cliente non potrà esercitare in diritto di recesso qualora il pacco sia già in fase di consegna al destinatario. Nulla sarà dovuto quale corrispettivo per il diritto di recesso.

3.3. Qualora il Cliente, a fronte dell’applicazione di condizioni economiche vantaggiose, si sia impegnato ad affidare determinati volumi di spedizioni, nell’ipotesi in cui intenda esercitare il diritto di recesso, accetta che INPOST possa addebitare la maggiorazione di prezzo prevista dal modulo vendita o da altri documenti contrattuali, sulla base della rilevazione dell’effettivo numero di spedizioni affidate.

3.4. In caso di contratti a “distanza” non è prevista la facoltà di recedere da parte del cliente ai sensi dell’art 59, lettera n, del Codice del Consumo e s.m.i.

 

4 – ESECUZIONE DELL’INCARICO – ACCETTAZIONE DEL DEPOSITO FINALIZZATO ALLA SPEDIZIONE

4.1. Gli incarichi conferiti verbalmente o telefonicamente, devono essere confermati per iscritto dal Cliente (cfr. art. 2.1).

La richiesta di prestazioni accessorie rispetto al trasporto o l’indicazione di termini e condizioni tassativi dovranno essere accettate espressamente dal vettore, e potranno impegnare INPOST, solo se espressamente accettati, per iscritto, da soggetto munito di idonei poteri.

4.2. Qualora non diversamente previsto, l’incarico accettato da INPOST sarà eseguito a decorrere dal giorno lavorativo successivo a quello del deposito del collo.

Nella ipotesi in cui le caratteristiche del servizio prescelto prevedano che il confezionamento della spedizione sia a carico di INPOST, il Cliente è consapevole ed accetta che la data di effettiva lavorazione e di consegna al vettore, possa, in ipotesi, essere posticipata rispetto alla data della richiesta o dell’affidamento dell’incarico.

4.3. Per quanto riguarda il numero degli incarichi affidati, farà fede, in via esclusiva, il rapporto riepilogativo, laddove previsto, così come trasmesso al Cliente, al termine della fase di lavorazione, anche in assenza di accettazione espressa da parte di quest’ultimo.

 

5 – DICHIARAZIONI E OBBLIGHI DEL CLIENTE / MITTENTE

5.1. Il Cliente, sotto la propria responsabilità, dichiara di avere la piena, legittima titolarità e disponibilità dei beni oggetto del contratto o di essere un mandatario autorizzato da soggetto che ne abbia la titolarità e disponibilità.

Dichiara, inoltre, che il contenuto del singolo affidamento è stato correttamente descritto nella relativa lettera di vettura e non rientra in alcuna delle tipologie di merci non accettabili per il trasporto da parte del vettore ai sensi del successivo art. 20, nonché ai sensi di ogni disposizione normativa pro-tempore vigente.

Il Cliente dichiara inoltre che il collo è idoneamente imballato al fine di garantire il trasporto senza rischio di danneggiamento per il contenuto e, al riguardo, si conviene nei confronti di Inpost la non applicabilità della presunzione stabilita dall’ art. 1693, 2° comma c.c. prevista per il vettore.

Il Cliente autorizza espressamente INPOST a non eseguire o ad interrompere l’esecuzione dell’incarico, qualora i beni non siano stati correttamente ed adeguatamente descritti ai sensi delle disposizioni di legge vigenti in materia, nonché ai sensi delle presenti condizioni di servizio. In tal caso, ad insindacabile giudizio di INPOST, il bene potrà essere restituita con costi a carico del mandante (o abbandonata in qualsiasi luogo forse è eccessivo abbandonarla in qualsiasi luogo).

5.2. Il Cliente, al conferimento dell’incarico, si obbliga a fornire per ogni collo: a) tutti i documenti di accompagnamento richiesti dal vettore secondo le disposizioni pro-tempore in vigore; b) tutte le istruzioni e le indicazioni necessarie per la corretta e celere esecuzione dell’incarico, ivi compresi, se previsti, il numero dei colli, il peso espresso in kg, l’indirizzo del mittente e del destinatario completi di cap e sigla della provincia; c) gli orari e i turni di chiusura per la consegna al destinatario; d) misure (larghezza/lunghezza/altezza), ove richiesto dalla tipologia di servizio.

 

5.3. In caso di esecuzione dell’incarico a seguito di vendita diretta o di vendita a distanza intervenuta tra il Cliente e un soggetto riconducibile alla categoria di “consumatore”, il Cliente stesso è tenuto ad informare, in maniera chiara e dettagliata, il destinatario, in ordine al contenuto delle presenti CGS, sui termini di consegna che rivestono carattere indicativo e sulle conseguenze di un eventuale disservizio ai danni della spedizione (limitazioni di responsabilità, decadenze, etc). Altrimenti, sarà responsabile, anche nei confronti di INPOST, per l’omessa o insufficiente informazione fornita.

5.4. Il Cliente si impegna inoltre: (i) a non utilizzare i servizi qui disciplinati per contravvenire in modo diretto o indiretto a tutte le disposizioni di legge pro-tempore in vigore; (ii) ad attenersi rigorosamente alle limitazioni di utilizzo di imballo, di peso e di dimensioni forniti da INPOST, a compilare in modo completo e corretto la modulistica relativa al servizio prescelto ed a non apporre indicazioni contrastanti, soprattutto in relazione a caratteristiche e servizi accessori richiesti; (iii) ad assumere ogni più ampia responsabilità in relazione al contenuto dei depositi, con espresso esonero di INPOST da ogni responsabilità ed onere di accertamento e/o di controllo al riguardo; (iv) a manlevare e tenere indenne INPOST da ogni perdita, danno, responsabilità, costi, oneri e spese, ivi comprese le eventuali spese legali che dovessero derivare dal mancato rispetto di normative vigenti o da qualsiasi inadempimento, da parte del Cliente medesimo, agli obblighi ed alle garanzie previsti o comunque connessi al servizio; (v) a manlevare ed a tenere indenne INPOST da qualsiasi richiesta di risarcimento dei danni, avanzata in via giudiziale o extragiudiziale, dal destinatario e/o da terzi, in misura superiore a quanto previsto dalle presenti condizioni generali e da ogni altro documento cui si faccia riferimento.

5.5 Il Cliente acconsente a che INPOST, tramite i propri addetti o soggetti terzi, abbia la facoltà di verificare e di ispezionare senza alcuna limitazione, ogni spedizione ed il suo contenuto, esonerandola, al contempo, da qualunque responsabilità al riguardo.

Il Mittente garantisce inoltre di aver allestito il singolo collo in luoghi sicuri, avvalendosi di personale affidabile e che lo stesso è stato preservato da ogni interferenza non autorizzata od illecita nel corso della predisposizione, sino al momento antecedente l’accettazione da parte di INPOST.

5 bis – DIVIETO DI CESSIONE DI LETTERE DI VETTURA – CONSEGUENZE DELLA CESSIONE – LIMITI E RINUNCIA ALL’ESERCIZIO DI AZIONI

Nell’ipotesi di cessione di lettere di vettura, anche se autorizzata, il Mittente/Cliente rimarrà l’unico interlocutore e l’unico soggetto legittimato, nei confronti di INPOST, ad avanzare richieste in relazione alle prestazioni eseguite delle quali INPOST risponderà, in ogni caso, nei limiti ed ai sensi delle presenti condizioni.

Il Cliente/Mittente si impegna, anche per gli effetti di cui all’art. 1381 c.c., in relazione alle prestazioni eseguite ai sensi delle presenti condizioni, a fare in modo che soggetti terzi non avanzino pretese, ad alcun titolo, nei confronti di INPOST.

Inoltre, il Cliente rinuncia espressamente, sin d’ora, a chiamare in giudizio INPOST per pretese di terzi cessionari di lettere di vettura o, comunque, per pretese derivanti da tale cessione. Rinuncia, inoltre, a rivalersi nei confronti di INPOST in caso di rimborso, risarcimento danni, previsti anche da provvedimenti giudiziari o transazioni, per l’effetto dei quali il Cliente stesso sia stato obbligato a corrispondere somme. Inoltre, in relazione all’ipotesi sopra citata, qualora INPOST per l’effetto di qualsivoglia provvedimento, anche giudiziario, sia stata condannata a rispondere oltre i limiti di cui alle presenti condizioni generali, il Cliente si impegna a rifondere la stessa INPOST.

Il Cliente/Mittente, nella ipotesi di cessione di lettere di vettura di INPOST a terzi, rimarrà l’unico soggetto responsabile nei confronti dei terzi medesimi, in relazione a pretese avanzate, sia in via giudiziale sia in via extragiudiziale.

 

6 – IMBALLAGGIO

Il Cliente/Mittente, deve provvedere a propria cura all’imballaggio del collo in modo da garantire una regolare e corretta esecuzione delle operazioni di carico, scarico e movimentazione, nonché a prevenire la perdita od avaria della merce contenuta nelle stesse, danni a persone, animali o cose. I danni, eventualmente derivanti da imballaggio non idoneo, graveranno sul Cliente/Mittente.

Il Mittente deve provvedere a che i colli siano accuratamente sigillate con sistema idoneo a prevenirne l’apertura ed a rendere comunque possibile il successivo riconfezionamento. In particolare, non dovrà essere utilizzato nastro adesivo neutro.

 

7 – CONTROLLI – FATTURAZIONE PER EVENTUALI ESUBERI

Il Cliente è tenuto a verificare che le misure ed il peso dei colli rientrino tra le caratteristiche del servizio acquistato. Inoltre, accetta espressamente la facoltà di INPOST di pesare e misurare, nuovamente, in ogni momento, i colli con mezzi automatizzati e certificati, nonché il diritto di fatturare la maggiorazione di importo derivante da esuberi riscontrati, secondo le condizioni economiche previste dal servizio prescelto.

Il Cliente dovrà prestare particolare attenzione alla determinazione del peso ed alla misurazione dei propri colli, in quanto, salvo il caso in cui INPOST rilevi un peso o una misurazione maggiore, verrà considerato utile ai fini della fatturazione il peso dichiarato dal Cliente stesso.

La verifica di peso e dimensioni di cui sopra, potrà essere eseguita anche in fase successiva all’accettazione del servizio ed in assenza del Cliente stesso. L’esito del riscontro, effettuato con sistemi certificati da terzi, farà fede nei rapporti tra INPOST ed il Cliente. Quest’ultimo potrà prendere visione della relativa documentazione previo appuntamento presso la sede di INPOST.

La fatturazione per eventuali esuberi di peso e di dimensioni riscontrati, potrà avvenire anche successivamente alla esecuzione dell’incarico e, comunque, entro eventuali limiti temporali previsti dalla normativa.

Qualora l’eventuale esubero di peso e/o dimensioni fosse riscontrato in presenza del Cliente, quest’ultimo potrà integrare la maggiorazione di costo mediante consegna di lettere di vettura supplementari, ove ciò fosse previsto dalle condizioni del servizio acquistato.

E’ convenuto tra le parti che le spese della spedizione devono essere calcolate secondo quanto indicato dal vettore nel modulo di vendita corrispondente al servizio acquistato.

 

8 – RITIRI E CONSEGNE

8.1. Fatto salvo quanto previsto nello specifico modulo vendita o quanto diversamente convenuto per iscritto, il vettore comunica che il ritiro e/o la consegna dei colli si intendono effettuati al piano terra del numero civico del mittente e del destinatario.

Il vettore comunica che la consegna si intenderà regolarmente effettuata al destinatario, a persone di famiglia del destinatario, ai conviventi, ai portieri, ai direttori di alberghi, negozi, stabilimenti, uffici o simili, ove il destinatario sia alloggiato o addetto o comunque a soggetto terzo espressamente indicato.

Fatte salve inderogabili norme di legge, INPOST è esonerata da qualsiasi responsabilità nelle ipotesi in cui il vettore abbia consegnato la spedizione presso l’indirizzo previsto.

8.2. Per il carico e lo scarico, i ritiri e le consegne effettuati con modalità che richiedano l’esecuzione di prestazioni eccezionali ed accessorie rispetto a quelle previste, sarà dovuto, rispettivamente dal mittente o dal destinatario, salvo diversa pattuizione scritta, un corrispettivo da valutarsi in ragione dell’entità della prestazione.

Qualora non diversamente previsto, il caricatore della spedizione sarà rappresentato da INPOST o da ausiliari della stessa INPOST.

 

 

9 – ORARIO Dl SERVIZIO PER LE OPERAZIONI Dl RITIRO E DI CONSEGNA

9.1. I servizi di ritiro e di consegna sono effettuati in relazione alla tipologia di servizio acquistato. La consegna e il ritiro presso un Locker vengono normalmente effettuati 24 ore su 24, 7 giorni su 7, mentre la consegna e il ritiro presso un domicilio vengono normalmente effettuati dal vettore dalle ore 8 alle ore 18, salvo diversi usi locali. L’interruzione meridiana segue gli usi locali.

9.2. Il vettore non esegue il ritiro e la consegna a domicilio, salvo che non sia esplicitamente previsto da atto sottoscritto da soggetto che abbia idonei poteri o dalla tipologia di servizio acquistato: a) nei giorni di sabato e domenica; b) nei giorni festivi infrasettimanali; c) durante il periodo di chiusura per ferie stabilito dalla categoria; d) nei giorni e negli orari in cui per disposizione di legge sia stata vietata la circolazione sulle strade urbane e/o extraurbane; e) nei giorni in cui, per consuetudine locale o per disposizione della pubblica amministrazione, magazzini e/o uffici, negozi e aziende dovessero restare chiusi; f) per cause di forza maggiore.

La richiesta di prestazioni diverse rispetto a quanto sopra è da concordarsi opportunamente con soggetto che abbia idonei poteri, anche in relazione alle condizioni economiche applicabili.

 

10 – TERMINI Dl CONSEGNA

10.1. La consegna della spedizione è eseguita secondo i criteri della normale diligenza, tenute presenti le condizioni di traffico e di viabilità.

L’eventuale richiesta di modalità, termini di consegna o di specifici orari nell’esecuzione dell’incarico, da parte del Cliente, non avranno alcun potere giuridico vincolante per INPOST, e dovranno essere espressamente concordati per iscritto dalla società salvo espressa accettazione sottoscritta da soggetto che abbia idonei poteri.

10.2. Nessun reclamo o pretesa, ad alcun titolo e/o ragione, potrà essere avanzata nei confronti di INPOST in ordine alla ubicazione della sede operativa indicata per il ritiro della spedizione.

 

11 – SVINCOLO DELLA SPEDIZIONE

11.1. Lo svincolo delle spedizioni consente di dare istruzioni relativamente ad una spedizione non consegnata e di rimetterla in consegna o richiederne l’abbandono.

L’eventuale richiesta di consegnare la spedizione presso un indirizzo e/o un destinatario diverso da quello originario di destinazione potrà essere soddisfatta, in generale, dopo lo svincolo della spedizione, a cura del mittente o a cura del destinatario nella eventualità che quest’ultimo sia risultato assente ed abbia ricevuto l’avviso di mancata consegna, salvo l’obbligo di rimborsare le spese e di risarcire eventuali danni derivanti dal contrordine.

11.2. Fermo restando quanto sopra, il mittente, a seguito dell’affidamento della spedizione a INPOST, in deroga all’art. 1685 c.c., non può chiedere di sospendere il trasporto o la restituzione delle cose già affidate al vettore. Dietro richiesta, INPOST, discrezionalmente, potrà tentare di interrompere il processo di spedizione già in atto senza assumere alcuna specifica responsabilità.

11.3. Tutte le giacenze presenti un lokcer per un periodo superiore ai 3 giorni di calendario verrano ritirate da INPOST e depositate presso l’HUB di un nostro partner, con costi di deposito a carico del mittente.

 

12 – MODIFICHE CONTRATTUALI

INPOST si riserva la facoltà di modificare le presenti CGS, le caratteristiche e le condizioni dei servizi offerti, dandone pubblicità nelle forme previste dalla legge o dalle presenti condizioni, ivi compresa la pubblicazione sul sito aziendale.

In particolare, il Cliente prende atto che le prestazioni concordate potranno essere soggette a modifiche e/o a variazioni, da comunicarsi in forma scritta, a cura di INPOST. L’onere della comunicazione potrà essere assolto anche mediante informazione riportata sulla prima fattura utile indirizzata al Cliente o tramite comunicazione inviata presso l’indirizzo di posta elettronica o di posta elettronica certificata, così come forniti dal Cliente stesso. Nella ipotesi di mancato recesso del Cliente, da comunicarsi, in assenza di diverse specifiche disposizioni riguardanti il servizio, entro i successivi trenta giorni dal ricevimento della fattura contenente detta comunicazione o dal ricevimento di comunicazione inviata sotto altre forme, la modifica si intenderà accettata.

Taluni servizi potranno essere soppressi, sospesi o potranno essere subordinati ad autorizzazioni, a garanzie o alla sottoscrizione di specifiche condizioni.

 

13 – ESONERO E LIMITI DI RESPONSABILITÀ

13.1 INPOST non è responsabile per perdita, furto o danni ai beni depositati presso i locker, solo nel caso in cui il danneggiato provi che l’evento si sia verificato per dolo o colpa grave imputabile a INPOST.

Salvo il caso di dolo e di colpa grave, la responsabilità di INPOST sarà comunque limitata a 1 (uno) € per ogni chilogrammo di peso lordo della merce.

In ogni altro caso, la responsabilità di INPOST sarà altresì limitata, alla cifra minore tra € 1,00 (uno) per kg di merce depositata ed il valore della perdita o danneggiamento effettivi di un pacco come determinato nell’ art. 15.

Si conviene espressamente che l’eventuale rimborso potrà avvenire anche a mezzo di lettere di vettura relative ad uno dei servizi di INPOST.

13.2 Esonero dei danni indiretti: INPOST non potrà essere considerata responsabile, in alcun caso, delle perdite e/o dei danni indiretti di qualunque genere, comunque verificatisi, che il Cliente/Mittente dovesse subire in occasione e/o in conseguenza dell’incarico eseguito, indipendentemente dalla circostanza che potesse e/o fosse a conoscenza della possibilità del verificarsi di tali perdite e/o danni, inclusi a titolo indicativo e non tassativo, perdita di guadagni, di utili, di avviamento, di clientela e di immagine.

La responsabilità del trasporto sarà esclusivamente in capo al vettore, con esclusione di ogni responsabilità, diretta o indiretta, di Inpost.

 

14 – DEFINIZIONE DI VALORE EFFETTIVO

Ai fini del presente articolo e dell’art.13, fatto salvo l’esonero e i limiti di responsabilità di cui allo stesso art. 13, la classificazione tra documenti e pacchi è determinata in base alla definizione data dal Cliente/Mittente al momento dell’affidamento della spedizione.

Per documento trasportato a norma delle presenti CGS, s’intende qualsiasi oggetto privo di valore commerciale. Per pacco trasportato, a norma delle presenti CGS, s’intende qualsiasi oggetto avente un valore commerciale o di scambio.

Il valore effettivo di un pacco sarà, invece, determinato dalla minor somma tra costo per la riparazione o sostituzione e rivendita a prezzo di mercato, sussistente nel luogo e al momento della richiesta della esecuzione della spedizione.

In nessun caso il valore del pacco potrà superare il costo originario o il valore di euro 250.

15 – RESPONSABILITA’ NON ASSUNTE

15.1. Inpost non sarà in alcun caso responsabile per ritardi verificatisi nel prelievo, trasporto o consegna, indipendentemente dalla causa di tale ritardo.

INPOST, inoltre, non sarà, in ogni caso, responsabile per perdita, avaria, errata o mancata consegna delle spedizioni trasportate dal vettore, che unico risponderà degli eventi fatte salve le limitazioni di legge o quelle che lo stesso avrà voluto concordare

Il furto dei colli affidati a INPOST si presume dovuto al caso fortuito, alla forza maggiore o al fatto del terzo, salvo le ipotesi di dolo o di colpa grave che dovranno essere debitamente comprovati dal mittente e/o dal destinatario.

15.2. INPOST ha diritto al risarcimento dei danni dovuti a fatto del Mittente e/o del destinatario, al rimborso delle spese sostenute ed alla rivalsa, nei limiti di legge, per eventuali ammende o penalità.

 

16 – RECLAMI

16.1. Il reclamo per danneggiamento o mancanza della merce non riscontrabili al momento della consegna deve essere avanzato al servizio clienti di INPOST entro 8 giorni di calendario dalla data di consegna della spedizione da parte di INPOST o entro i diversi termini, ove aventi carattere tassativo, previsti dalle disposizioni normative applicabili per la tipologia di trasporto.

Oltre i termini sopra indicati, nessun reclamo potrà essere avanzato nei confronti di INPOST. Inoltre, nessun reclamo sarà rimborsato prima che tutti i costi e oneri di deposito e  trasporto siano stati pagati.

Nessun importo riguardante reclami potrà essere dedotto o portato in compensazione dal Cliente autonomamente rispetto ai costi ed oneri di deposito e trasporto dovuti a INPOST.

16.2. Si conviene, anche ai sensi dell’articolo 1352 c.c., che le diffide indirizzate a INPOST, per produrre gli effetti di cui all’art. 1219 c.c., dovranno essere formulate mediante atto scritto, con espressa esclusione di messaggi di posta elettronica, sms ed, in generale, con modalità non certificate.

 

17 – DEROGHE – MANCATO SVINCOLO – GIACENZA

17.1. In deroga agli artt. 1685, I comma, 1686 e 1690 c.c., nel caso in cui il trasporto a carico del vettore non possa essere effettuato e/o la spedizione non possa essere consegnata, il Cliente/Mittente sarà informato da INPOST, per conto del vettore, nel minor tempo possibile, secondo le modalità previste dal servizio. Le informazioni sullo stato delle spedizioni sono disponibili anche sul sito internet (c.d. track and tracing) o tramite chiamata a pagamento da effettuarsi presso il servizio di assistenza clienti.

Se la consegna fosse rifiutata o fosse impossibile reperire il destinatario o il locker non fosse funzionante, INPOST richiederà istruzioni al mittente ovvero provvederà a restituirgli la spedizione previo pagamento di ogni onere e spesa, fatta salva la facoltà del vettore di applicare l’art. 1686 c.c.

17.2. Il Cliente, con l’accettazione delle presenti condizioni, anche in nome e per conto di qualsiasi altro terzo che possa avere interesse, rinuncia ad ogni diritto sul collo qualora, decorso un anno di giacenza, nessun soggetto, previa esibizione della lettera di vettura, abbia fornito istruzioni o abbia ritirato lo stesso previo pagamento di ogni onere o spesa.

INPOST, in tale ipotesi, è autorizzata sin d’ora dal Cliente, anche in nome per conto di qualsiasi altro soggetto che possa avere interesse, a disporre del bene, anche per scopi di beneficenza, a favore di enti nazionali o internazionali, istituti o fondazioni, discrezionalmente scelti.

17.3. Qualora se ne verifichi la necessità, INPOST potrà tenere la merce in giacenza presso le proprie sedi o depositarla presso magazzini di terzi o presso magazzini generali.

Salvo quanto indicato nell’allegato esplicativo servizi di cui al modulo vendita relativo al prodotto specifico, il Cliente/Mittente nel caso in cui chieda la restituzione della spedizione o la riconsegna della stessa, dovrà dare istruzioni concrete ed attuabili. In mancanza di tempestive istruzioni concrete e attuabili, INPOST custodirà il collo senza, tuttavia, assumere alcuna responsabilità per la custodia delle stesse.

In ogni caso, trascorso il termine previsto nell’allegato esplicativo servizi di cui al relativo modulo vendita (in assenza di riferimenti, 15 giorni), le stesse saranno restituite al Mittente, a suo rischio ed onere. Il Cliente/Mittente si impegna a manlevare ed a tenere indenne INPOST da qualunque pretesa, spesa, multa, ammenda e penalità in genere e/o per danni comunque derivanti da quanto sopra indicato. Il Mittente è inoltre responsabile per il pagamento di tutte le spese e costi relativi alla spedizione (compresi, in via esemplificativa, diritti doganali e qualsiasi imposta o tassa) e dei costi sostenuti per la restituzione della spedizione al Cliente stesso e/o per il deposito della stessa.

Trascorsi ulteriori 5 giorni in assenza di istruzioni del cliente, INPOST potrà provvedere al recupero dei crediti gravanti sulla spedizione, anche mediante richiesta alle autorità competenti di vendita o di assegnazione della merce giacente ai sensi degli artt. 2756, 2761, 2797 e 2798 c.c., salvo ed impregiudicato ogni altro suo diritto e costo non recuperato.

17.4. Il Mittente dichiara altresì di assumersi ogni responsabilità per la mancata dichiarazione del contenuto, per l’assenza o insufficienza dell’affrancatura per i trasporti di plichi o colli e si impegna a tenere indenne INPOST da ogni conseguenza relativa anche nei confronti di terzi.

 

18 – OGGETTI NON ACCETTABILI PER IL TRASPORTO – MITTENTE CONOSCIUTO

18.1. I beni di cui alle presenti condizioni generali non possono contenere atti relativi a procedure giudiziarie, atti relativi a procedure di gara pubbliche e private, nonché atti relativi a procedure amministrative o atti e documenti che richiedessero, comunque, la consegna entro un termine tassativo. Il Cliente che dovesse utilizzare uno dei servizi di INPOST per i prodotti sopraelencati, se ne assumerà ogni conseguente rischio e responsabilità e non avrà titolo per avanzare pretesa alcuna.

18.2. Salvo quanto diversamente convenuto a mezzo atto sottoscritto da soggetto munito di idonei poteri, INPOST non accetta depositi destinati al trasporto da parte del vettore contenenti: : denaro in qualunque valuta, assegni bancari, titoli di qualunque genere o al portatore, buoni pasto, traveller’s cheques, oro, antichità, valori bollati e/o francobolli anche da collezionismo, metalli preziosi, armi da fuoco, liquori ed alcolici in genere se non entro i limiti indicati ed in conformità alle condizioni sotto previste, piante, droghe, opere d’arte, pietre preziose, pellicce, orologi preziosi, esplosivi, animali vivi o morti, beni deperibili, materiale pornografico, carbone, diamanti, tabacchi, articoli soggetti alle restrizioni IATA, materiali pericolosi o combustibili, beni il cui deposito e/o trasporto sia proibito da qualsiasi legge, regolamento o statuto pro-tempore in vigore, a livello nazionale o locale di qualsiasi paese, da o attraverso il quale, la spedizione debba essere trasportata ed ogni altro bene che INPOST dovesse ritenere, ragionevolmente, di non poter prendere in carico.

 

Si accettano esclusivamente prodotti alimentari non deperibili, debitamente confezionati ed imballati secondo le normative vigenti e le condizioni qui previste, ad eccezione di quelli che possono essere conservati solo a temperatura controllata e, qualora previsto dallo specifico servizio, previa sottoscrizione del relativo contratto o di specifico modulo vendita. In tal caso gli alimenti dovranno essere confezionati e imballati in modo da isolarne il contenuto rispetto al resto delle spedizioni ed in modo da sopportare urti e scosse. I prodotti alimentari di cui sopra non devono essere soggetti a particolari autorizzazioni sanitarie ne rientrare tra quelli indicati all’art 44 del D.P.R. 327/1980 e s.m.i

Saranno accettate depositi finalizzati al trasporto da parte del vettore terzo contenenti alcolici, vino, liquori, olio e liquidi in generale solo se idoneamente confezionati in appositi imballi che garantiscano il trasporto in sicurezza della merce. A tal fine, il Cliente dovrà acquistare, gli appositi contenitori omologati per il trasporto in sicurezza. In caso di spedizione confezionata con imballi non omologati per il trasporto in sicurezza e contenente quanto sopra indicato, non sarà garantita la sicurezza del trasporto e INPOST non risponderà degli eventuali danni che, in tal caso, rimarranno ad esclusivo carico del Cliente.

18.3. INPOST, in ogni caso, si riserva il diritto di accettare i colli in ragione del contenuto, delle dimensioni di massa e di volume come previste dalla normativa vigente e dalle condizioni relative allo specifico servizio. La mancata accettazione perché non conforme ai parametri sopra indicati, esonera INPOST da qualsiasi responsabilità nei confronti del Cliente. Anche in caso di avvenuta accettazione tramite i propri addetti al servizio, INPOST si riserva la facoltà, esercitabile in qualsiasi momento, di restituire i beni qualora dovesse riscontrare difformità rispetto ai parametri definiti. Il Cliente prende atto di quanto sopra e si impegna a non spedire in alcun caso i beni citati. Qualora gli stessi fossero stati consegnati ad INPOST ed inoltrati dal vettore terzo, quest’ultima non risponderà di alcun danno derivato al Cliente/Mittente o a terzi.

18.4. In nessun caso INPOST potrà accettare merci pericolose, sostanze infiammabili, esplosivi, inquinanti, radioattive, sostanze tossiche, contaminanti, nocive o infettive e materiali magnetici, anche al di sotto dei limiti previsti dalla normativa ADR (Accordo Europeo per il trasporto delle merci pericolose su strada ed eventuali modifiche ed integrazioni, Legge 1839/62 ed eventuali successive modifiche ed integrazioni ) e IATA, salvo espressa richiesta scritta del Mittente ed accettazione scritta di INPOST, da parte di soggetto che abbia idonei poteri, nei casi di trasporto merci in “esenzione totale”

19 – PAGAMENTI

19.1. Ogni deposito finalizzato al successivo trasporto da parte del vettore terzo deve essere prepagato al momento della stipula ed all’accettazione accettazione termini e condizioni del servizio.

19.2. Il Cliente accetta espressamente che nella ipotesi di ritardo nel pagamento anche di una sola fattura, oltre 5 giorni rispetto al termine convenuto, INPOST eserciti la facoltà di sospendere ogni tipologia di servizio, ivi compresa qualsiasi soluzione tecnologica, anche in assenza di preavviso.

Il Cliente potrà scegliere tra le diverse modalità di pagamento riportate sul modulo vendita o nella ulteriore modulistica relativa al servizio prescelto.

In caso di ritardato pagamento anche di una sola fattura, ovvero in presenza di altri presupposti che possano compromettere, a giudizio insindacabile di INPOST, la solvibilità del Cliente, potranno essere richieste per la attivazione/riattivazione del servizio, idonee garanzie per il pagamento dei corrispettivi.

Qualora il Cliente opti per il pagamento a consuntivo, in conformità a quanto previsto sul modulo vendita del servizio, INPOST addebiterà un diritto fisso mensile il cui importo è indicato nel modulo di vendita riguardante il servizio prescelto. Detto importo viene richiesto a fronte dei maggiori costi di gestione amministrativa che tale processo comporta a carico di INPOST e potrà essere variato da INPOST in conformità a quanto previsto nell’articolo “PRIVILEGIO, DIRITTO DI RITENZIONE, COMPENSAZIONE – MODIFICHE CONTRATTUALI”, con un preavviso di giorni 10.

19.3. Ove previsto dal relativo modulo vendita, INPOST potrà richiedere supplementi per servizi specifici.

Il Cliente si impegna a corrispondere l’importo relativo alle prestazioni contrattuali entro i termini e con le modalità convenuti.

19.4. Il ritardo nei pagamenti comporterà, a discrezione di INPOST, l’applicazione di interessi calcolati ai sensi del D.Lgs. 231/02 e successive modifiche ed integrazioni, nonché l’applicazione di qualsiasi altra misura prevista dalla citata normativa in tema di ritardo nei pagamenti delle transazioni commerciali.

Il cliente si dichiara espressamente debitore anche ai sensi e per gli effetti degli artt. 2944 c.c. e 642 co. 2 c.p.c. per le somme dovute per i servizi resi da INPOST.

E’ fatto comunque salvo il diritto di procedere al recupero dei crediti nei tempi e nei modi previsti dalla legge pro-tempore in vigore, salvo il diritto al risarcimento di eventuali maggiori danni derivanti dall’inadempimento

 

20 DOGANA

20.1 Qualora le merci consegnate a INPOST dovessero essere inviate all’estero il mittente potrebbe essere soggetto a dazi e tasse di importazione, esigibili una volta che il pacco raggiunge la destinazione specificata. Qualsiasi costo aggiuntivo di sdoganamento sarà esclusivamente a carico del Mittente. Locker non ha il controllo di tali costi e non può prevederne l’importo. Le politiche doganali variano considerevolmente da paese a paese e Mittente dovrebbe, pertanto, contattare l’ufficio doganale locale per ulteriori informazioni. Locker vuole che i suoi clienti internazionali e i clienti che depositano presso la sua struttura colli destinati ad un paese straniero fossero consapevoli che le consegne oltre frontiera sono soggette ad apertura e ispezione dei prodotti da parte delle autorità doganali.

 

21 – ASSICURAZIONE – LIMITI ALL’ AZIONE DI RIVALSA

21.1. Per i beni depositati presso Locker con destinazione nazionale, ferma restando l’esclusione di responsabilità di INPOST di cui alle presenti condizioni generali ed al modulo vendita sottoscritto, nonché quanto disposto in tema di ispezioni, è data facoltà al Cliente/Mittente di richiedere espressamente la stipula, in suo favore ed a sue spese, di un’apposita garanzia assicurativa a copertura dei danni derivanti dal trasporto, oltre i limiti stabiliti dalla legge e dalle presenti condizioni generali.

In tal caso, il Cliente/Mittente fornirà ogni informazione utile ad assicurare la spedizione, fermo restando i limiti previsti dal modulo vendita e dalla ulteriore modulistica riguardante il servizio prescelto.

Il Cliente si obbliga ad utilizzare apposita modulistica (ad es. specifica lettera di vettura per depositi con spedizioni assicurate), qualora presente. L’inosservanza di quanto appena sopra richiesto, comporterà l’esonero di INPOST dalle responsabilità riguardanti la copertura assicurativa.

Detta garanzia, sarà regolata dalle condizioni contrattuali della Società Assicuratrice stipulante.

21.2. Al fine della determinazione del danno, comunque entro i limiti qui previsti, per le spedizioni di merce oggetto di acquisti on-line, oltre alla documentazione di origine del bene, di norma, è richiesta anche copia della transazione avvenuta tra le parti (ordine, bonifico bancario, carta di credito, ecc.) e che comunque la Compagnia di Assicurazione si riserva la facoltà di richiedere in fase istruttoria dell’eventuale sinistro. Le spedizioni che non siano oggetto di compravendita (trasferimento di merce tra privati), possono essere assicurate solo se in possesso di idonea documentazione fiscale atta a determinarne il valore (fattura originaria, scontrino fiscale, ecc.) ed il valore assicurabile sarà costituito dal valore della merce al momento della spedizione.

L’eventuale danno è costituito dalla differenza fra il valore della merce come sopra definito e quello della merce nella condizione in cui trovasi a seguito del sinistro.

In caso di danno o di perdita di una qualsiasi parte riparabile del bene, il risarcimento riguarderà solo il valore della parte danneggiata o perduta anche se questa non sia stata valutata separatamente. Saranno in tal caso riconosciute esclusivamente le spese di riparazione o di sostituzione della parte medesima, escluso ogni deprezzamento del bene di appartenenza.

21.3. Nel caso in cui, invece, il Cliente/Mittente provvedesse ad assicurare il deposito e le spedizioni direttamente con una Compagnia di propria fiducia, lo stesso è tenuto a concordare l’espressa previsione della clausola con la quale la Compagnia rinuncia ad azioni di rivalsa nei confronti di INPOST. Resta inteso che qualora la Compagnia di Assicurazione del Cliente/Mittente agisse comunque in rivalsa o a qualsiasi altro titolo nei confronti di INPOST, il Cliente/Mittente manleverà e terrà indenne INPOST da qualsivoglia somma che quest’ultima fosse tenuta a corrispondere in virtù di tali azioni. L’eventuale azione di rivalsa non potrà comunque, in nessun caso, eccedere i limiti di cui alle presenti condizioni generali.

Resta inteso che, in mancanza di copertura assicurativa, tutti i danni saranno direttamente assunti dal Cliente/Mittente in proprio, stante la predetta esclusione di responsabilità di INPOST.

Per i trasporti fuori del paese di origine, vale quanto sopra indicato.

 

22 – TEMPI DI CONSEGNA – SERVIZI A ORARIO GARANTITO

22.1. I vettori che di norma collaborano con INPOST, di regola, eseguono consegne rapide sulla base di piani predefiniti che, nella maggior parte dei casi, consentono l’esecuzione della prestazione entro i giorni lavorativi previsti. Non è comunque fissato, a favore del Cliente/Mittente o a favore di qualsiasi altro soggetto che possa vantare un interesse nella spedizione, un termine contrattuale tassativo per la consegna.

Con riferimento alla generalità dei servizi offerti, i vettori che di norma collaborano con INPOST non assumono l’obbligo della consegna tassativa entro i termini e gli orari indicati, salvo che ciò non sia stato espressamente convenuto a mezzo apposito atto sottoscritto da soggetto munito di idonei poteri. Qualsiasi indicazione diversamente concordata o apposta in relazione a tempi/modalità di consegna (es. “urgente”, “entro il…”, “entro le ore…”) sulla lettera di vettura o su altro documento, non avrà alcun valore giuridico vincolante, anche se accettata o controfirmata da incaricati di INPOST privi del potere di modificare le condizioni contrattuali e/o le modalità e i tempi di consegna.

Il Cliente pertanto si assume ogni rischio e conseguente responsabilità nella ipotesi di affidamento di spedizioni contenenti documentazione da consegnarsi al destinatario entro termini o orari perentori.

22.2. E’ espressamente esclusa la responsabilità di INPOST per ogni danno quale conseguenza del ritardo.

 

23 – DECADENZA CONVENZIONALE

Qualora non diversamente previsto, le azioni relative ai singoli depositi da parte del Cliente, dovranno essere esercitate, a pena di decadenza, nel termine di 6 mesi, a decorrere dal giorno in cui è avvenuta o sarebbe dovuta avvenire la consegna della cosa al luogo di destinazione.

I termini indicati nel modulo vendita per l’esercizio dei diritti del Cliente/Mittente per i singoli servizi (es. richiesta di rimborso) si considerano essenziali. Il mancato rispetto degli stessi comporterà la decadenza dal diritto stesso.

Il Cliente, con la sottoscrizione delle presenti condizioni generali, rinuncia all’esercizio di eventuali azioni extracontrattuali derivanti, in ipotesi, dalla esecuzione delle prestazioni.

 

24 – LEGGE APPLICABILE – FORO COMPETENTE

La legge applicabile alle prestazioni in oggetto è quella italiana.

Per qualsiasi controversia sarà competente, in via esclusiva, il Foro di Milano.

 

25 – CONSUMATORE

25.1. Nel caso in cui il Cliente sia riconducibile, secondo la normativa vigente, alla categoria di “consumatore”: (i) il foro competente sarà quello in ragione del domicilio eletto dal Cliente stesso, se ubicato nel territorio nazionale; (ii) le clausole che, in base alla normativa vigente pro tempore, fossero eventualmente considerate nulle e/o inefficaci devono ritenersi espunte dal testo, ferma restando l’efficacia delle restanti clausole di cui alle presenti condizioni.

Data di aggiornamento: 10 Ottobre 2018